[ 1805: Jean Nicolas Durand, LEZIONI DI ARCHITETTURA, PrÚcis..., volume primo, Introduzione, p.18-19 ]

Una volta data una superficie, se si tien conto del fatto che quand'Ŕ definita dai quattro lati di un quadrato, essa richiede un minor perimetro che nel caso del parallelogramma, e meno ancora se dalla circonferenza d'un cerchio; che in fatto di simmetria, di regolaritÓ e di semplicitÓ, la forma del quadrato pur superiore a quella del parallelogramma Ŕ inferiore a quella del cerchio, sarÓ semplice concluderne che un edificio sarÓ tanto meno costoso, quanto pi¨ sarÓ simmetrico, regolare, semplice. Non occorre aggiungere che se l'economia prescrive la pi¨ grande semplicitÓ in tutte le cose necessarie, essa proscrive assolutamente tutto quel che Ŕ inutile.
Questi sono i principi generali [...] secondo i quali sono stati concepiti gli edifici antichi pi¨ generalmente e giustamente ammirati.


Homo ad Circulum e Homo ad Quadratum (Fra Giocondo, 1511)